Városliget, il parco della città

Városliget, il parco della città

Városliget è il parco di Budapest, pieno di verde e di acque termali. Nel parco, che offre numerosi svaghi, sono presenti importanti monumenti. Una visita a Budapest che si rispetti comprende una immancabile passeggiata al parco.

Con i suoi 100 ettari circa di estensione rappresenta una grande attrattiva per i turisti e la gente del luogo che qui si accalcano per visitare le sue bellezze. Si tratta di una meraviglia unica, di un luogo capace di attrarre per la sua bellezza e l’attenzione riservata alla cultura.

Városliget
Dezidor [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)]

Cosa vedere nel parco

Városliget, letteralmente traducibile in italiano come “parco della città”, sorge nel cuore di Budapest e nelle immediate vicinanze di Piazza degli Eroi (Hõsök tere).

Nel parco è presente un laghetto artificiale che in estate è popolato di piccole imbarcazione ad uso dei turisti. D’inverno invece, con le acque ghiacciate, si trasforma in una pista di pattinaggio (la più grande d’Europa).

Adagiato sulle sponde del laghetto sorge il Castello Vajdahunyad, al quale si accede attraverso una porta simile a quella dei castelli medioevali. Percorrendo il viale centrale al suo interno si possono ammirare ai due lati una serie di edifici che riproducono i particolari di altri edifici ungheresi, seguendo in ordine cronologico i vari stile architettonici che si sono succeduti in Ungheria.

Il giardino all’interno del castello è costellato di statue, fra cui quella che attira di più l’attenzione dei turisti è quella di Anonimus, un uomo seduto con indosso un cappuccio e una penna nella mano destra. Rappresenta lo scrivano di re Bela di cui si ignora il nome. Si dice che chi tocchi quella penna diventerà un grande scrittore.

Uscendo dal castello e attraversando la via che divide in due il parco, proseguendo dritto si finisce ai bagni Széchenyi, una delle più famose ed importanti fonti termali di Budapest. Accanto alle terme c’è lo zoo di Budapest.

Non mancano poi nei dintorni altre attrattive: dall’orto botanico al parco divertimenti, dal circo ad una miriade di altre piccole esposizioni permanenti.

Cenni storici

Il parco Városliget in origine altro non era che un terreno paludoso e non proprio salubre che le teste coronate utilizzavano per dedicarsi ad uno dei loro hobbies preferiti: la caccia.

Soltanto all’epoca di Maria Teresa la zona venne finalmente bonificata e trasformata in un più attraente parco all’inglese. Nel 1896 poi, anno del Millenario della fondazione del regno d’Ungheria, si pensò di costruire al suo interno sia il castello che il Museo delle Belle Arti, nonché il grande monumento dedicato agli eroi nazionali.

Come arrivare al parco Városliget

Il parco Városliget si trova sito nel XIV distretto ed è facilmente raggiungibile con la metropolitana scendendo alle fermata Széchenyi fürdõ o alla Hõsök tere.

In alternativa è possibile affidarsi ad uno dei tanti bus cittadini che attraversano Pest (fermate: Olof Palme Sétàny, Bethesda utca o Benzùr utca).

Chiaramente l’ingresso è libero e, anche se il parco resta aperto praticamente tutto il giorno, è preferibile visitarlo di mattina.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi