Meteo Budapest

Meteo Budapest

Quale sarà la temperatura di Budapest nei giorni in cui ho prenotato la mia vacanza? Che tempo incontrerò? Farà freddo? Caldo? In tanti si pongono queste domande prima della partenza verso la capitale ungherese. Vediamo quali consigli può darvi chi ci vive da anni.

Il clima

Budapest gode di un clima continentale, quindi con inverni freddi e per quanto possa sembrare strano, con rare nevicate.  D’estate fa caldo, ma godrete di un caldo davvero piacevole perché c’è molta meno umidità rispetto a quella di un qualsiasi paese italiano vicino al mare.
Di seguito il dettaglio stagione per stagione, ricordando che
non è escluso che in qualunque periodo dell’anno possiate trovare, anche se solo per un giorno, condizioni meteo inaspettate o variabili.

Primavera

In primavera, con le temperature più alte, non bisogna fare l’errore di mettere via i vestiti più caldi e i giubbotti. Se di giorno potrete stare leggeri e a volte vedere anche qualcuno a mezze maniche, la sera potrebbe risultare un po’ freschetta. L’etichetta di marzo pazzerello che viene data in Italia, in Ungheria è però affibiata al mese di aprile.

Estate

L’estate a Budapest è davvero meravigliosa, complice la poca umidità che permette di godere di un caldo secco. Niente aria irrespirabile quindi! A luglio si è costantemente sopra i 30 gradi e sono diverse le giornate in cui si superano i 35. Ad agosto le giornate sono ugualmente calde anche se dopo il 20 agosto la situazione comincia a cambiare, sopratutto di sera.

Autunno

L’autunno è una stagione che, più di ogni altra, va spiegata mese per mese. A settembre nessuno prende più l’auto o il treno per andare al lago Balaton per fare il bagno, ma è un mese ancora bellissimo per fare passeggiate. C’è tanto sole e vale solo il solito discorso dello sbalzo termico fra il giorno e la notte.
Anche se le temperature si abbassano, ottobre continua sulla stessa falsariga, anche se possono esserci delle settimane più fredde, che poi si alternano con altre molto più sopportabili.
Novembre possiamo considerarlo come il tipico mese autunnale, con temperature più basse, anche se di giorno si può ancora stare senza il classimo piumino imbottito invernale. Ovviamente qualche giornata particolarmente fredda può cominciare a fare capolino.
Dicembre, sopratutto nei primi giorni può ancora stupire, però solo per quanto riguarda le ore di luce solare. Poi man mano che passano i giorni si arriva ad un Natale molto freddo. Cappelli, guanti, sciarpa e giubbotto invernale sono ormai entrati stabilmente nell’armadio, sostituendo le robe più leggere che qualche temerario era riuscito ad indossare fino a quel momento.

Inverno

Probabilmente non esiste nessun altro Paese continentale dove nevica così di rado, ma se anche volessimo parlare di nevicate frequenti, si tratta di nevicate che durano poche ore tanto da non lasciare quasi traccia.
A gennaio e febbraio il freddo invece è stabile con temperature spesso sotto lo zero di notte e poco superiori allo zero di giorno. Eccezionalmente può arrivare una ventata di aria fredda dal nord che porta le temperature a -20, così come possono capitare ondate di caldo che alzano la temperatura anche fino a 15 gradi.

Non lasciatevi spaventare da queste temperature. Il freddo è secco e quindi basta stare ben coperti, perché non penetra nelle ossa come avviene nelle località vicino al mare.

Considerate inoltre che negozi, locali e mezzi pubblici sono tutti ben riscaldati, con temperature all’interno che vanno ben oltre i 25 gradi.

Come vestirsi in inverno

Vi capiterà di entrare vestiti come degli eschimesi in un negozio o ufficio pubblico e sentirvi sciogliere come un pezzo di ghiaccio. E’ l’effetto delle alte temperature che ci sono all’interno dei locali, così come dei mezzi pubblici, che spesso sono inaspettate per gli italiani. Perciò se siete in albergo e vi apprestate ad uscire per andare in un centro commerciale, considerate di stare piuttosto leggeri sotto il giubbotto invernale, perché altrimenti soffochereste di caldo.

Come vestirsi in estate

Paradossalmente in estate è il contrario, perché per via della sempre più diffusa aria condizionata (usata male), passerete dai 35 gradi esterni a temperature molto più basse all’interno.

La sensazione è sgradevole, tanto che personalmente anche se siamo in piena estate, se esco di casa per andare in un centro commerciale o anche alla Posta, porto con me almeno un giubbotto di jeans, da indossare ovviamente solo all’interno.

Devo dire che a soffrire dell’uso scorretto dell’aria condizionata (lo sbalzo di temperatura con l’esterno non dovrebbe superare il 10% ) sembro essere solo io e pochi altri. Infatti quando ho fatto notare che la temperatura era troppo bassa ho visto reazioni stupite, persone che pensavano scherzassi, o altre che in preda all’estasi che evidentemente l’aria condizionata a palla gli procurava, rispondevano “Sì, che bel fresco”. In conclusione, indipendentemente da che rapporto abbiate con l’aria condizionata, l’importante è raccontarvi cosa dovete aspettarvi, poi deciderete di conseguenza come comportarvi.

Vista la presenza di numerose terme a Budapest, non dimenticate di inserire un costume da bagno nella vostra valigia. Le terme sono aperte anche d’inverno.

Il periodo migliore

Budapest è incantevole tutto l’anno perciò la scelta del periodo in cui visitarla spetta a voi. Ovviamente i mesi estivi sono quelli più caldi oltre che soleggiati, e discorso al contrario per i mesi invernali. Da gennaio ad aprile e poi luglio sono i mesi più secchi, quindi con meno piogge.

Inoltre è opinione comune che soprattutto in autunno la città di Budapest abbia un quid in più che la rende davvero più allettante. A voi la scelta adesso…

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi