Budapest in bici

Budapest in bici

Le vacanze estive sono alle porte, i più previdenti le hanno già organizzate. Se siete combattuti tra l’irrefrenabile voglia di girare il mondo ed il desiderio di dedicarvi alla vostra più grande passione, la bicicletta, una soluzione c’è. Perché non salvare capre e cavoli visitando Budapest in bici?

Pedalare in bicicletta…

Budapest in bici

Pensate che pedalare in centro più che un’attività rilassante possa essere solo fonte di stress? Toglietevi dalla mente le città italiane scarsamente dotate di piste ciclabili e… pensate positivo. Budapest infatti, oltre ad essere una di quelle mete turistiche da cui andate via ripromettendovi di ritornare presto, è anche una metropoli attenta alle esigenze di tutti, ciclisti compresi.

Tantissime sono infatti le piste ciclabili (orientativamente la capitale ungherese vanta 300 km di sentieri percorribili dai velocipedi) ed altrettanto diffusi sono i negozi che vendono o noleggiano le bici (il tutto, cosa di non poco conto, a prezzi davvero abbordabili). Tenete presente che, in questo caso, oltre al denaro dovrete avere con voi un valido documento di riconoscimento; in generale vi si chiederà di consegnare la carta d’identità.

Se per qualche motivo non vi fosse possibile recarvi da un negoziante, sappiate che i cittadini ungheresi ce la mettono proprio tutta per consentirvi di farvi visitare Budapest in bici. A vostra disposizione troverete infatti anche delle biciclette municipali (il cosiddetto servizio MOL Bubi). La prestazione viene in genere erogata soltanto ai cittadini o ai turisti che accettano di utilizzare l’apposita app caricata sulle varie colonnine disseminate per la città. Una volta inseriti i propri dati, sarà possibile noleggiare la bici per un arco di tempo compreso tra i 30 minuti e le 24 ore. Ovviamente più è lungo il periodo di affitto, maggiore sarà il costo dell’operazione (si tratta comunque di cifre non proibitive). Per saldare il conto dovrete utilizzare bancomat o pagamenti con carta di credito: nel caso di noleggio di bici comunali non è infatti contemplato il contante. Queste postazioni sono in genere facilmente individuabili nei pressi dei punti turistici della città: dalle stazioni al centro storico, dai giardini pubblici alla zona degli alberghi.

Pochissime sono le regole a cui dovete attenervi: tenete semplicemente presente che l’utilizzo delle piste non è consentito ai minori di 12 anni (se avete dei bambini accontentatevi di farli pedalare in piccoli spazi circoscritti, magari in un cortile) e che diversamente da quanto accade in Italia, non sono permesse ai ciclisti deroghe al codice stradale.

Perché scegliere di visitare Budapest in bici

Perché  visitare Budapest in bici? Innanzitutto perché, come illustrato sopra, in questa città esiste un vero e proprio culto del velocipede. In secondo luogo perché la capitale ungherese sembra pensata proprio per i pigri che debbano perdere peso: la maggior parte del territorio è particolarmente pianeggiante (farete poca fatica, ma almeno farete anche del movimento). Ultima ragione, ma non meno importante, è che Budapest è una città cha ha molto da offrire e camminare semplicemente a piedi probabilmente non vi consentirà di vedere tutto: arte, natura e folklore vi stregheranno!

Ultimo suggerimento: programmate le vostre ferie a Budapest nel periodo compreso tra giugno ed ottobre: troverete anche un clima perfetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi